Privacy Policy

Marco Zanolla

Mi ero ripromesso di non sparare sull'Ambulanza ma non si può. Ok cannare la regione di una città può capitare, ora però, prima di aprire bocca di nuovo torni sui libri no? E invece no, #DiMaio è capace di sostenere un'intera discussione su un Paese, l'Italia, che non conosce. twitter.com/museo_marta/st…

Circa 2 settimane fa dal Twitter di Marco Zanolla

24 novembre 2013

Venerdì venite in Enoteca a far due chiaccere davanti un buon bicchiere?

World-CHE?
Sgranano gli occhi, ti guardano e gli si dipinge un punto di domanda lampeggiante in fronte. Worldcafè, non sto dicendo parolacce, esiste e non mangia bambini (almeno non ancora)

Se vi dicessi “Beviamo un bicchiere assieme e parliamo di Gradisca” è meglio?

E’ meglio.

world2
Allora mettiamola così, venerdì sera ci sarà il secondo incontro del genere, ci troveremo a fare un aperitivo in Enoteca alle 19.00 e parleremo di Gradisca, di ieri, oggi e, speriamo, domani.
Ci verseremo da bere e andremo a sederci ad uno dei tavoli. Molto probabilmente persone mai viste ma anche gente che conosciamo. Come capita quando si va in un Bar o in una delle nostre “private” gradiscane. Una persona al tavolo tenterà di rompere il ghiaccio, vi chiederà che ne pensate del tempo oppure com’è stare a Gradisca. Dopo venti minuti arriverà il momento di sgranchirsi le gambe e di andare a mangiare e bere qualcosa al buffet. Finita la breve pausa, si sceglie un altro tavolo e si comincia con un altro tema e altre persone.
Man mano che i temi si sviluppano, uno dei padroni di casa annoterà le idee su dei post-it, che andranno a far parte di un cartellone con tutte le proposte uscite dai tavoli.
Qual è l’obiettivo?
Credo che molto probabilmente, appena avete letto questa roba, due cose vi baleneranno in testa. La prima, :-“Perché diavolo devo partecipare a una cosa del genere, cosa c’è sotto?” Niente, nulla di nulla, nada, semplicemente vogliamo sentire quello che avete da dire su Gradisca per poi, se è possibile, inserirlo tra le proposte del programma del PD per le prossime comunali. “Eccoli, sempre i soliti, chissà cosa vorranno che dica”: – Questo è il secondo pensiero che alcuni avranno, la risposta è semplice, il TUO pensiero, anche il più scomodo. Se non si accettano le critiche, non si cresce, e la nostra città ha bisogno di crescere e cambiare. Ora, venite ad incontrarci oppure vi lascerete sfuggire il modo più semplice di contribuire alla prossima Gradisca?

Qua trovate l’evento Facebook