Marco Zanolla

Ci #liberate mettendo nel bus tutti quelli che credono nella fandonia dell'ideologia gender? #BeneMaNonBenissimo #AvevaTortoBasaglia twitter.com/ManifPourTousI…

Circa 3 mesi fa dal Twitter di Marco Zanolla

31 maggio 2014

Il futuro non è un dono ma un risultato …

Non amo particolarmente gli americani, spesso li hanno definiti cinici e liberisti, forse anche un po’ troppo pieni di se, ma chi non lo è oggi in un mondo sempre più individualista?
Il sogno americano, tuttavia, mi ha sempre affascinato, un dei messia del novecento yankee ha detto: “Il futuro non è un dono, ma un risultato”.

Ecco, lunedì 26 maggio per noi il futuro è arrivato.
Il risultato finale non è la vittoria di Linda, parrebbe troppo scontato, ma siete voi.
Voi che ci avete dato coraggio nei momenti più difficili, voi che ci avete sostenuto durante gli eventi, sempre voi, con le vostre proposte e soprattutto critiche.
Grazie a voi siamo arrivati fino a qui, vi dobbiamo tanto.
Il vostro entusiasmo ci ha fatto andare avanti, l’energia che ci mettevate negli incontri è stata la nostra droga, anche quando la stanchezza si faceva sentire.
Tuttavia se il merito è della cittadinanza che ci ha accordato la vittoria, non posso dimenticare tutte quelle persone del partito e delle liste che ci hanno messo l’anima.
Senza coloro che assieme al candidato hanno scritto il programma, senza quelli presenti ai banchetti e alle iniziative, senza chi ha organizzato gli incontri, senza quelli rimasti fino a tarda notte a fare le grafiche e senza chi ci ha creduto, pur sapendo le difficolta di fare un buon risultato, ecco soprattutto a voi, devo dire grazie, è merito anche vostro questa vittoria.
In aritmetica il risultato, però, è il dato conclusivo tratto dal calcolo dei precedenti dati dell’operazione. I dati, in questo caso, vengono da lontano, dalle alleanze che da quasi un anno abbiamo messo in campo, dalle attività fatte sul territorio e dal percorso partecipativo che è iniziato dai world cafè fino alle primarie di partito per la scelta del candidato. Insomma, la strada che abbiamo fatto insieme ha dato un ottimo risultato.
Oggi sono in vena di autori americani e seguendo una di quei versi indimenticabili posso dire che “La nave è ancorata sicura e ferma, ed il ciclo del viaggio è compiuto” ma è anche vero che questa fine, per alcuni, non può che considerarsi un nuovo e sfavillante inizio, e come dissi qualche mese fa ad un’amica (mi sembra sia passata un’eternità), è ora che la politica rimetta scarpe leggere e ricominci a camminare tra le persone. Solo noi possiamo farlo, ci avete dato una grossa responsabilità. Grazie ancora e buona strada.

ps

Mi scuso il ritardo ma mi sono preso qualche giorno di giuste e meriatate ferie ;D

bello