Privacy Policy

Marco Zanolla

#happynewyear 2019 Auguri per un nuovo anno! @ San Pièr D'Isonzo, Friuli-Venezia Giulia, Italy instagram.com/p/BsErRp1gfFa/…

Circa 2 settimane fa dal Twitter di Marco Zanolla

20 Ottobre 2013

Assessori? Sì, grazie…

ASSESSORI

«Posso ipotizzare che alcuni ex amministratori possano essere della partita, ma potrebbero esserci anche delle sorprese: non sarebbe male se fra le alternative ci fosse anche qualche new entry e qualche under 30».
cit. da “Il Piccolo” Domenica 20 Ottobre 2013

Non dirò che questo fa parte di un discorso più ampio che riprendeva il ruolo degli attuali amministratori e il fatto che giustamente ambiscono, dopo un quinquennio di squadra con il Sindaco, ad essere loro stessi i candidati. Sarebbe altrettanto banale dire che se le primarie sono aperte a tutti, a maggior ragione lo sono per chi si affaccia per la prima volta all’interno del partito, in particolar modo dando un occhio di riguardo ai più giovani. In entrambi i casi non c’era una valutazione di merito. Mi soffermo sul titolo usato sul “Il Piccolo” di oggi 20 ottobre: “Gradisca, via libera del PD alle Primarie, Assessori non graditi”.
Interessante, nell’articolo di Luigi Murciano si parla di massima apertura, condivisione sui temi, scelta fatta dalla base e possibilità di qualunque iscritto del PD a presentarsi alle primarie del PD, tuttavia il titolo è di ben altro avviso: “Assessori non graditi”.
Sarebbe come dire, “Siete tutti invitati alla festa, ma tu Giovanni e tu caro Francesco non siete graditi ospiti” non suona chiaramente come un controsenso?
Sembra quasi che qualcuno abbia delle difficoltà nella comprensione del testo, ma potrei sbagliarmi.
Il virgolettato sotto al titolo supera di gran lunga il medesimo, “Sarebbe meglio proporre facce nuove”, davvero? E dove sarebbe nell’articolo quest’affermazione? Bel pasticcio, peccato che risulti indigesto a chi tenta ogni giorno di fare il bene della propria cittadina. Si vorrebbe davvero non cadere nei luoghi comuni attribuiti ai “pennivendoli” ma dopo questo genere di dimostrazioni è difficile non farlo. Ringrazio Luigi per il servizio reso e capisco che non è assolutamente causa sua, tuttavia da questa situazione dovrò trarre un’utile lezione.
Grazie ancora.

ps
Scusatemi, dimenticavo una cosa importante, nell’articolo c’è un macroscopico errore, nelle primarie di partito si possono candidare tutti gli iscritti del PD e possono votare, invece, tutti gli iscritti, i simpatizzanti e gli elettori del Partito Democratico.